JeffMap, guida per canoisti. Un grande progetto.

Ciao a tutti,

oggi vi voglio introdurre un altro esempio di “intraprendenza” canadese. Qualche tempo fa avevo parlato del progetto ParkBus e di come i loro ideatori avessero messo un atto una buona idea e di come la realtà canadese li avesse supportati.

Bene, direttamente collegato a loro, principalmente per ragioni geografiche, ( fondamentalmente servono entrambi il parco Algonquin ) vi presento di Jeffrey McMurtrie. Il suo progetto? Jeff Maps.

 

 

L’icona del sito è già sulla mia home nelle apposite sezioni, perché mi piace, per quel poco che posso, trasmettere e diffondere il lavoro di persone “smart” come Jeff.

 

 

Da quando aveva 8 anni, solca con la sua canoa il parco Algonquin. Una volta ragazzo ha intrapreso i primi viaggi con gli amici, ma non ha potuto contare su un fedele supporto per pianificare i suoi spostamenti. Sinceramente molti di noi ci saremmo lamentati e basta, invece Jeff no!

Ha cominciato un meticoloso lavoro di ricerca, partendo dalle mappe esistenti grazie agli Amici del Parco Algonquin, e incrociando dati da diverse fonti ha creato la “sua” mappa del parco, dedicata principalmente a chi lo vuole vivere pagaiando con la propria canoa.

Questa cosa mi piace un sacco, perché fa capire come è possibile, con un relativo sforzo e buone idee, avere un grande risultato.

Ovviamente la mappa di Jeff è una delle più sponsorizzate, e a detta degli utilizzatori, anche molto professionale. Se avete già cliccato sul banner arancione in homepage avrete notato quale sia l’altra spettacolare particolarità della mappa, è i Common Creative! Si la potete scaricare sul vostro smartphone e usarla gratis. Grande Jeff!

Se siete dei canoisti incalliti per me, comunque, la versione pieghevole-impermeabile e galleggiante è il TOP!

 

 

 

Questa mappa qui sopra permette, senza muoversi dalla canoa, di consultare la mappa comodamente appoggiata sull'acqua, senza paura di bagnarla o di romperla. Semplicemente geniale!

Seguite Jeff anche sulla sua pagina Facebook, ogni giorno rivela interessanti aneddoti che derivando dalle sue ricerche, e sul suo sito potete anche consultare alcune mappe storiche del parco.

Da parte mia un grosso in bocca al lupo per il continuo aggiornamento al suo fantastico progetto.

Roberto.