COSTA OVEST - Yoho NP, il Parco in mezzo ai Parchi.

Buongiorno affezionati di PassioneCanada, 

sono mancato per un po’ di tempo dal sito, e me ne scuso, ma i molti doveri di lavoro e la famiglia sono stati nettamente in primo piano nella lista dei miei impegni.

Oggi con questo piccolo articolo, vi introduco verso un interessante meta nelle montagne rocciose canadesi, e precisamente parlo dello Yoho National Park.

 

 

Rispetto ai suoi grandi "vicini", il parco Yoho risulta piccino, “solo” 1313 km quadrati, il che non lo colloca di diritto nella lista dei “must” dell’ovest canadese, ma ha delle caratteristiche tali da renderlo una buona meta di viaggio, soprattutto per la sua posizione geografica.

 

 

Questo non significa che non manchi di sane e succulente attrattive per i turisti, anzi.... ma partiamo con un po’ di indicazioni generali.

Innanzitutto il nome Yoho deriva dalla cultura CREE e significa Stupore/Meraviglia, e la sua “nascita” risale al lontano 1885. Il centro amministrativo è sito nella cittadina di Field ( BC ), come si vede nella mappa sopra, è nella zona centrale del parco stesso a circa 27 km da Lake Louise.

 

 

Questa cittadina di poco meno di 300 anime, nasce come deposito di locomotive della ferrovia Canadese alla fine del secolo scorso, ed è rimasto come insediamento fisso prendendo il suo nome da Cyrus West Field, pioniere del servizio telegrafico trans-atlantico.

Lo Yoho Park Visitors Center di Field è a vostra disposizione per tutte le informazioni necessarie al vostro viaggio.

Lo Yoho NP vanta una serie di laghi di diverse dimensioni, e addirittura 28 cime di montagne prestigiose. Tuttavia, vengono segnalati solo alcuni punti di interesse principali, gli altri sono tutti da scoprire, vediamone alcuni:

 

YOHO’S NATURAL BRIDGE @ KICKING HORSE RIVER

Una formazione naturale tipica delle montagne rocciose, che abbiamo già visto negli articoli che parlavano della Icefield Parkway, l’acqua scava nella roccia dei percorsi che sembrano dei ponti naturali in pietra, molto suggestivi e che danno l’idea della potenza della natura. Da qui è possibile praticare diverse passeggiare lungo il corso del fiume, sia in bici che a piedi.

 

Credits - Wikipedia

Gli Spirals Tunnels sono una opera ingegneristica dei primi del ‘900, si tratta infatti della sfida vinta tra uomo e natura durante la costruzione della ferrovia. La pendenza da scalare seguendo la via più breve era di più del 4%, mentre i normali standard di allora arrivavano a poco più del 2%. Ispirandosi ad una sistema svizzero sono stati creati dei tunnel a “spirale” che, allungando il percorso, portano dolcemente il treno verso l'altitudine desiderata senza andare fuori standard. ( per chi c’è andato, è un po’ come il trenino rosso del Bernina che va da Tirano a S. Moritz nel primo tratto ). Un fantastico colpo d’occhio.

 

 

Credits Wikipedia

Le Tekakkan Falls, che con 384 metri di salto, è la seconda cascata più alta del Canada!

 

 

Credits Wikipedia

Emerald Lake, forse il più famoso lago ( e il più grande) dei 61 che il parco offre, uno specchio d’acqua nato dallo scioglimento dei ghiacci. E’ il particolare colore delle sue acque, da cui ovviamente deriva il nome, che lo fa diventare l’attrazione principale della zona. Facilmente raggiungibile in auto, permette di fare belle passeggiate e apprezzare il suo meraviglioso verde turchese, unico nel suo genere. Se siete appassionati, potete noleggiare una canoa e vedere angoli che a piedi non riuscirete mai a vedere.

 

Credits Wikipedia

Ovviamente data l’altitudine il lago è gelato da novembre fino a primavera, il periodo migliore per visitarlo è in estate.

Se siete appassionati, o semplici curiosi, il Burgess Shale Fossil Beds potrebbe essere una meta interessante. Si tratta di un sito archeologico vicino alla città di Field, già patrimonio UNESCO, dove sono straordinariamente conservati resti fossili di animali di più di 505 Milioni di anni fa. E’ uno dei pochi siti archeologici conservati in queste condizioni.

Ultimo e non ultimo il Lake O’hara è un altro lago dagli splendidi colori che andrebbe visitato.

 

Credits Wikipedia

Se non volete perdervi nulla, potete scegliere la Yoho Valley Road, che vi porterà, attraverso paesaggi fantastici e mozzafiato a toccare molte delle attrazioni sopra indicate. E’ possibile anche farla in bici, se avete gambe e fiato… ;) 

Concludo rimandandovi alla mappa iniziale, come potete vedere ho segnato alcuni luoghi particolari dei quali abbiamo già parlato tempo fa sul sito, e alcune direttrici stradali. Questo per ricordarvi che lo Yoho NP è al crocevia di diverse strade importanti, quindi per questa posizione e per come sono disposte geograficamente le sue attrattive, è un interessante tappa di viaggio, che può essere inserita in differenti itinerari.

Ricordate, prima di pianificare il viaggio, di controllare sempre i pedaggi e tasse, il link lo trovate qui sotto.

FEES: http://www.pc.gc.ca/pn-np/bc/yoho/visit/heures-hours.aspx

A presto!

Roberto