COSTA EST - Mont Tremblant National Park

Dopo aver dato ampio spazio ai parchi delle montagne rocciose, molti utenti mi hanno chiesto indicazioni per poter godere della natura canadese anche per quando riguarda la costa est. Avendo appena presentato la regione delle Laurentides, direi di cominciare con il presentare un po’ di dettagli del Parco Nazionale di Mont Tremblant, Quebec.

Credits @ Sepaq Quebec https://www.sepaq.com/

Nelle locandine e info turistiche l’emblema o “mascotte” del parco è un “Eastern Wolf” stilizzato, scelto perché è l’animale che può sfruttare al meglio l’ecosistema del parco, fatto di spazi vasti e ricchi di tutto quello che a questo animale serve per prosperare.

Credits @ Sepaq Quebec https://www.sepaq.com/

Mount Tremblant, la città come porta di accesso al parco.

La municipality di Mount Tremblant è la location più importante per l’accesso al parco. E' nata recentemente, ovvero nei primi anni 2000, come unione dei piccoli comuni vicini; Ville Saint. Jovite, Paroisse de Saint Jovite, Mont Tremblant e Lac Tremblant Nord. Quest’ultima si è poi scissa qualche anno dopo.

Questa zona geografica fu terra dei nativi Algonquin, fino a quando durante le espansioni dei coloni nel 1872 il prete francese A. Labelle creò il primo insediamento permanente. Tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900 i collegamenti ferroviari con Montreal cominciano a portare in zona, oltre ai viaggiatori, anche diverse opportunità, come ad esempio lo sfruttamento dei corsi d’acqua per la produzione di energia elettrica. Negli anni 30 del 1900 viene data una nuova identità alla zona; sfruttando la location che è a circa 900 mt di altitudine quindi godibile sia in estate che in inverno, ma soprattutto grazie alla costruzione del rinomato Resort, diventa una destinazione turistica tutto l’anno orientata al divertimento invernale.

Turisticamente parlando il “comprensorio” di Mount Tremblant attualmente è composto da tre distinte zone, denominate “Village”.

The Resort Village.

Credits @Wikipedia

Si tratta di una cittadina pedonale ideata proprio per chi vuole godere al meglio della magia del periodo invernale, si tratta di una serie di casette multicolore con servizi e attrazioni dedicata a tutte le persone che, finita la giornata di sport ( sci, pattinaggio, slittino, etc..etc.. ) vogliono farsi una distensiva passeggiata. Ovviamente il villaggio diventa estremamente pittoresco quando è coperto dalla neve. Viene anche chiamato per questo “The Pedestrian Village”.

Credits @Wikipedia

The Old Village.

Credits @Wikipedia

 

Old Tremblant village  è un bellissimo villaggio di montagna con tutti i servizi per poter godere a pieno di una bella vacanza il tutte le stagioni. Situato sulle live del lago Mercer, è situato a poco più di 3 chilometri dal Restort e qui è possibile trovare negozi, ristoranti, pubs e in soprattutto nei mesi più caldi  dell’anno anche festival ed eventi. Qui potrete anche visitare la vecchia stazione dei treni.

Downtown ( St. Jovite )

Il comune di St Jovite, come detto sopra, è stato unito a Mount Tremblant nel 2000 ed è quindi divenuto la “Downtown” o “Centre Ville”, praticamente il quartiere business. Scelta data dal fatto che è la zona più grande e popolosa, dove risiedono scuole, polizia pompieri e tutti gli altri servizi del comune. E’ anche la più antica e ricca si storia, con più di 100 anni di vita. La Rue de Sain Jovite è la strada principale dove trovare la maggio parte dei luoghi storicamente più importanti e ricchi di fascino.

Il Parco Nazionale

Fatte le dovute premesse con la descrizione di Mount Tremblant, direi di tornare al punto cruciale dell’articolo, il Parco Nazionale.

Il Quebec nella totalità del suo territorio ha una vastità di spazi naturali importanti, molti dei quali sono ovviamente gestiti come parchi. L’organizzazione SEPAQ ( Societè des èstabilissements de plain air du Quebec ) da più di 30 anni gestisce questi spazi per conservarli e poter fare apprezzare a tutti i vistatori il loro splendore.

Il Parco Nazionale di Mont Tremblant nasce nel lontano 1895, col lo scopo principale di preservare e rappresentare tutta la vasta flora e fauna dei questa parte dei monti Laurenziani. E’ di fatto il parco nazionale più antico del Quebec con i suoi 1510 km quadrati il secondo parco del Quebec in quanto a vastità. Nella lista delle meraviglie del parco possiamo trovare 6 fiumi principali, 400 laghi e una miriade di cascate e corsi d’acqua minori. Per quanto riguarda la fauna, nel parco vivono più di 40 specie di mammiferi.

Nel 1977 viene scritto il “Park Act” dove si sanciva una delle regole che hanno segnato la parte più importante della sua storia, ovvero il fermo della possibilità di cacciare, di disboscare o comunque deturpare la natura.

Il parco è diviso in 3 sezioni principali, Le Diable, La Pimbina e L’Assompion. Queste sono in effetti gli accessi principali al parco, dove potete trovare anche i Visitor Center.

Credits @ Sepaq Quebec https://www.sepaq.com/

Per accedere al parco si paga, come in buona parte dei parchi nazionali canadesi, e serve per mantenere il parco vivo ed efficiente. Gli adulti pagano 8,60$CAD al giorno, 43$CAD per l’accesso per un anno mentre se si vuole fare l’abbonamento a TUTTI i parchi del Quebec allora costa 77,75$CAD ( dati maggio 2018 ).

I ragazzi fino a 17 anni entrano GRATIS., mentre ci sono sconti per i gruppi.

La particolarità di questo parco, è che è parte del suo territorio è sfruttabile per tutto l’anno. La morfologia del terreno infatti permette d effettuare arrampicate sulla roccia a strapiombo, cime alte più di 1000 metri e allo stesso tempo spiagge sabbiose dove prendere il sole e fare il bagno d’estate.  Per questo è la località di villeggiatura prediletta sia per chi abita a Montreal sia per chi abita a Ottawa.

Per accedere al parco avete diverse alternative, per accedere da Le Diable dovete percorrere la HW15N fino a Saint-Agathe-Des-Monts (che tra parentesi è veramente una località fantastica), quindi la strada 177 e poi l’uscita 107 verso Saint-Faustine Lac Carrè. Da li seguire la strada verso il Lac Superior e cominceranno i segnali che vi porteranno al Registration Center di Lac Monroe.

Nel settore Le Diable, potrete trovare dei percorsi abbastanza semplici dove raggiungere gli “observation Deck”, da cui avere un punto di vista panoramico di alcune zone. Li trovare a La Roche e La Corniche. Le cascate più belle da ammirare in questo settore sono le Chute-de-Dable e Chute Croches. Se pensate di visitare il parco d’estate, una delle spiagge più belle è La Cremalierre Beach. Per gli amanti delle camminate, potete raggiungere il percorso chiamato The Boucle des Chutes Croches, praticabile in bici e a piedi. Molti dei percorsi più interessanti sono dislocati in questo settore. L’immancabile Via Ferrata per gli amanti del batticuore vi porterà, grazie al personale esperto, verso il Mont-De la Vache Noire.

Se arrivate da Montreal è probabile che preferiate l’ingresso dal settore Pimbina, seguendo la HW25N e quindi prendere la 125N fino a raggiungere l’entrata del parco a 11km da Saint-Donat. Anche in questo settore non mancano i punti di osservazioni per godere al meglio lo splendore della natura a L’Envol. Qui trovate la Chute aux Ratz, una fantastica cascata alta 17 metri dove è possibile fermarsi anche a mangiare per un picnic. Ovviamente se siete in estate e fa caldo puntate verso la spiaggia di Lac Provost. Le Renard è un percorso che porta verso Lac des Sables, particolare per la foresta secolare.  

L’ingresso più a Est del parco è quello del settore Assomption, che si raggiunge sempre da Montreal prendendo sempre la strada per Pimbina ma dopo Sainte-Julienne si segue la 337 per Rawdon, quindi la 343 per Saint-Come e da quel punto seguire la segnaletica per il Registration Center.

Il questo settore segnalo il sentiero Les-Grandes-Vallee, dove si raggiunge il classico Deck per godersi al massimo il panorama. Per chi vuole fare meno fatica, può puntare a Boucle-du-lac-de-l’Assomption percorribile anche il bici.

E’ possibile accedere al parco anche dal piccolo settore Cachèe passando più a nord-ovest usando la HW15N, la 117e al 134 fino all’abitato di Labelle, da li ci sono un po’ di vie da percorrere ma si raggiunge facilmente il relativo registration center. In questo settore vi consiglio la Chute-aux-Mures, una bellissima piccola cascata osservabile da un piccolo pontile in legno appositamente ricavato.

Per i più piccoli di età o per chi non si sente ancora abbastanza grande il parco organizza dei giochi a tema per rendere divertente lo scoprire le meraviglie della natura e del parco allo stesso momento, trovate i dettagli presso il registration center e gli info point.

Come in ogni occasione vi invito caldamente a fare riferimento ai siti ufficiali per i dettagli in tempo reale sulla situazione del parco, le aperture, i costi, gli accessi e tutto quello che riguarda i permessi.

Credits @Wikipedia

Ringrazio Simon Boivin, responsabile delle relazioni con i media di Sepaq Qebec per avermi dato la possibilità di usare il materiale dal loro sito e dalle loro guide per i dettagli fare riferimento al loro sito www.sepaq.com.